Il catechismo nel tempo della pandemia (Cristiana)

Quest’anno, nonostante le inevitabili difficoltà causate dall’epidemia, la nostra Parrocchia è riuscita,con grande impegno e dedizione, a garantire ai bimbi e ai ragazzi la frequenza del catechismo.

Una piacevole novità è stata sicuramente l’introduzione del “momento per i bimbi” durante la celebrazione eucaristiche della domenica mattina, un’iniziativa che, da semplice esperienza vissuta 2/3 volte l’anno,è diventataun appuntamento settimanale.
Per i nostri bimbiscendere in cappellina per ascoltare il vangelo ed un commento adatto alla loro età,ha reso speciale e coinvolgente la loro partecipazione alla messa, costringendo un po’ anche noi genitori a rimetterci in gioco, ad essere presenti, per dare priorità ad un momento spirituale tutto per loro.
Un grazie particolareva sicuramente alle catechiste/catechisti che hanno continuato a trasmettere ai nostri bimbi la loro vicinanza e quella di Gesù, non solo in presenza ma anche attraverso coinvolgenti incontri a distanza, quando l’emergenza sanitaria non consentiva quelli di persona.
Con gioia e trepidazione, poi, si sono anche celebrate le Prime Comunioni. Vedere i nostri bimbi realizzare finalmente il loro primo vero incontro con Gesù è stato bello ed emozionante,seppur nel rispetto delle tristi precauzioni che questo tempo richiede.
È stato un altro anno difficile, ma sicuramente sorprendente per tutte le cose che si sono riuscite a realizzare, anche grazie alla tecnologia che ha permesso ai bambini e alle famiglie di sentirsi ancora uniti e seguiti. Attendiamo, però,con ansia il momento in cui si potranno di nuovo sentire le voci festose e giocose dei ragazzinei cortili e nei locali della Parrocchia.
Cristiana, mamma di Ilaria e Vittoria