Il catechismo nel tempo della pandemia (Federica)

Quest'anno i nostri figli, nell'anno della loro Prima Comunione, hanno avuto un motivo in più per emozionarsi: una meravigliosa parvenza di ritorno alla normalità.

Sono stati due anni di Catechismo decisamente anomali ma le bravissime catechiste Emanuela, Anna e Maila hanno fatto un prezioso lavoro per tenere insieme il gruppo di ragazzi, con grande costanza e volontà, per far proseguire il cammino dando loro, comunque, una situazione di "normalità'" e stabilità in un periodo dove normale tutto non lo era.
In un periodo dove le notizie in TV non erano certo tranquillizzanti. Si sono regolarmente svolti gli incontri settimanali a distanza - a volte in presenza -  per salvaguardare la sicurezza. Anche attraverso il video non sono però mai mancati incoraggiamenti e buon umore. La domenica, durante la Messa, altri preziosi minuti di incontro, solo per loro, per analizzare il Vangelo del giorno con parole alla loro portata e comprensione.
Alla fine dell'anno il momento tanto atteso, il momento tanto temuto: riusciremo  fare la Prima Comunione? grazie agli sforzi organizzativi di don Andrji,  don Hugues e delle Catechiste la risposta è stata SÌ!!! Tanti piccoli gruppi di emozionati e mascherinati bimbi si sono avvicinati a questo importante passaggio di incontro con  Signore. Sicuramente saranno due anni che nella loro futura memoria non verranno dimenticati. Anzi, con il tempo, verrà ancora di più apprezzato da loro e da noi genitori il'aver saputo affrontare tutti insieme con prontezza si spirito questi momenti di pandemia.
Piccoli ma preziosi attimi per porre le basi di un cammino nella nostra Comunità. Grazie.
Federica mamma di Ginevra.